Sul valore pedagogico dell’insegnamento della storia: alcune riflessioni

Olivetta Schena

Abstract


Acquisire una buona conoscenza degli aspetti generali della storia e degli strumenti attraverso i quali si “scrive” la storia: è questo il vero senso di questa disciplina. Cercare di conoscere e comprendere il passato per vivere meglio il presente e progettare più consapevolmente il futuro: è su queste motivazioni e finalità che oggi si può perseguire un apprendimento attivo ed utile della storia. Il Corso di Studi in Scienze della Formazione Primaria è altamente “formativo” anche in virtù dell’insegnamento della storia: insegnamento che può essere trasmesso in vario modo e a qualsiasi fasci di età, dal momento che “per approdare alla storia è possibile anche ricorrere alla fantasia, attraverso fiabe, miti e leggende, drammatizzando e giocando”; inoltre, lo studio delle fonti, vere radici della storia, stimola gli allievi di oggi, che saranno gli insegnanti di domani, a fare in modo che i loro alunni non apprendano tanto le cognizioni, cioè il “sapere”, quanto in primo luogo le competenze e le abilità per raggiungerle, cioè il “saper fare”.

Parole chiave


Scienze della Formazione Primaria; Didattica; Fonti; Insegnamento

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.2704-8217/10760

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2020 Olivetta Schena

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.