Per una didattica della schiavitù e della tratta atlantica: i codici neri e le memorie degli schiavi

Giuseppe Patisso, Fausto Ermete Carbone

Abstract


In un mondo globalizzato nel quale le contaminazioni culturali rappresentano una sfida dirimente per la didattica, predisporre strumenti d’insegnamento che facilitino l’approccio degli studenti a temi di storia globale si rivela un’operazione indispensabile. Per tentare di illustrare l’origine e l’evoluzione di fenomeni complessi come la schiavitù e la tratta atlantica si rende necessario l’uso di strumenti didattici che consentano agli studenti di coglierne le caratteristiche fondamentali, in maniera semplice ma critica. I Codici neri e le memorie degli schiavi possono rivelarsi un’utile risorsa in questa prospettiva.

Parole chiave


Didattica; schiavitù; Codici neri; migrazioni; memorie degli schiavi

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.2704-8217/10868

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2020 Giuseppe Patisso, Fausto Ermete Carbone

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.